English Italiano
Youtube Facebook

Sul podio con Matteo Cressoni

Sul podio con Matteo Cressoni

Abbiamo posto a Matteo Cressoni, automobilista mantovano di cui siamo orgogliosi sponsor, alcune domande riguardanti la sua carriera da pilota e la sua vita quotidiana. Leggete di seguito le interessanti e talvolta curiose risposte che ci ha fornito.


Com’è nata la passione per l'automobilismo?

La mia passione è stata tramandata dal papà Giancarlo che, all'età di 20, ha iniziato a correre con il kart per puro divertimento.
I miei primi passi con il kart a motore sono stati a 3 anni nel cortile di casa.


Qual è il pilota cui ti ispiri?

Nessuno in particolare. In passato mi piaceva moltissimo Mika Pauli Häkkinen, ex pilota automobilistico finlandese.


Di tutte le tue vittorie o gare memorabili, quali metteresti sul podio?

Una tra le mie gare top è stata all’autodromo di Pergusa durante il Campionato Italiano Formula 3 con il Team Ombra, una vittoria schiacciante con un distacco abissale dagli altri piloti. La seconda vittoria che ricordo sempre con grande piacere si riferisce al Campionato GT Sprint, dove guidavo una Ferrari 430 GT2 con il team Edil Cris, una rimonta dal fondo che mi ha permesso di salire sul podio.
Ho però sempre nel cuore la gara di Imola nel 2014, secondo posto con una Ferrari 458 GT2 che mi ha permesso di ottenere la pole position e il record del circuito con una vettura GT.


Il momento più brutto che hai dovuto affrontare?

Nel 2004 dopo la vittoria della Formula 3 dove, per mancanza di supporti e sponsor non sono potuto entrare in Formula 1 e sono stato quasi costretto ad abbandonare la mia carriera da pilota.


In cosa consiste il tuo allenamento - fisico e psicologico?

Il mio allenamento fisico consiste principalmente in chilometri e chilometri di corsa perché nelle vetture GT servono quasi solo capacità aerobiche e si soffre molto il caldo. Mentre nel kart c’è bisogno anche di un allenamento teso a potenziare i riflessi, necessari per destreggiarsi in una gara.


Sei già per due volte papà, del tuo sport qual è l'insegnamento da trasmettere ai tuoi bimbi e ai tuoi giovani fan?

Purtroppo o per fortuna pratico e mi piacciono solo sport individuali perché esaltano le proprie doti e non danno alibi. L'insegnamento è di perseverare in quello in cui si crede rimanendo se stessi, anche se purtroppo spesso è controproducente, ma prima o poi la scelta ripagherà tutte le fatiche.


Quali sono i tuoi prossimi progetti e/o competizioni?

Nel 2015 disputerò tutta la ELMS (EUROPEAN LE MANS SERIES) con il team ufficiale Ferrari AF Corse su una Ferrari 458 GT2. Inoltre il prossimo 13 giugno gareggerò per la prima volta nella mia vita la 24h di Le Mans su Ferrari 458 gt2 . È sempre stato il mio grande sogno sportivo e non vedo l’ora di mettermi in pista.

 

Cos'è per te la paura?

La paura è un’qualcosa che non mi ha mai riguardato nell'ambito sportivo. Nella vita di tutti i giorni, invece, è una sensazione che mi accompagna tutte le sere prima di dormire.


Infine posso testimoniare che, quando non sei sulla pista, sei prudentissimo e hai una guida molto tranquilla. Quanto conta l'equilibrio interiore e la consapevolezza in un pilota?

Conta moltissimo l'esperienza di istruttore nell'ambito guida sicura e non. Affiancando giornalmente persone, cercando di farle migliorare sotto il punto di vista prestazionale, mi rendo conto che, purtroppo in Italia, ti insegnano a prendere la patente senza spiegare effettivamente cosa significa guidare in sicurezza sulle nostre strade.
Bisogna preservare il proprio bene e quello altrui, ma vedo quotidianamente che l'80% della gente comune non ha idea di come si guidi in maniera appropriata.

 

MATTEO CRESSONI BIOGRAFIA

Matteo Cressoni, classe 1984, nasce a Volta Mantovana, in provincia di Mantova ed è un pilota automobilistico italiano.
Sin da piccolo è interessato al panorama automobilistico grazie al padre Giancarlo, gran appassionato di motori e pilota kart. Matteo inizia così a coltivare la passione per le quattro ruote fin dall’età di 10 anni, alla guida di go-kart. Partecipa a competizioni di kart in Italia, dal 1994 fino al 2000, ed i risultati non tardano ad arrivare: in questi 6 anni Matteo infila una lunga serie di vittorie che attirano l’attenzione degli addetti ai lavori.
La svolta arriva nel 2001 quando, non ancora diciassettenne, prende parte al campionato Formula Renault 2000.

Dopo alcuni anni propedeutici correndo con una monoposto, si aggiudica la vittoria del Campionato Italiano F3 nel 2004 con il Team Ombra Racing.
Matteo Cressoni è attualmente impegnato nel Campionato ELMS (European Le Mans Series) con una Ferrari 458 GT2 del Team Kessel; è inoltre pilota di riferimento in Italia per il produttore inglese Ginetta, nonché alfiere del Team Nova Race in svariate competizioni di durata con la Ginetta G50 GT4.

Dal 2005, parallelamente alle competizioni agonistiche, è istruttore qualificato della scuola ufficiale Ferrari e presso il CIGS (Centro Internazionale Guida Sicura) di Andrea De Adamich in collaborazione con le case automibilistiche Alfa Romeo e Maserati.

 

Grazie Matteo!
E. Pellegrini

© Steel Comunicare 2009 - 2019 | All Rights Reserved | P.I. 02264110202 | Privacy Policy | Term & Conditions